AUTOCERTIFICAZIONE DI MATRIMONIO

Ti forniamo un modello di Autocertificazione di Matrimonio

Disponibile in formato .DOC e .PDF per far sì che tu lo possa compilare e stampare.

L’autocertificazione di matrimonio dà al cittadino la possibilità di dichiarare gli stessi dati che appaiono su un certificato di matrimonio rilasciato dall’ufficio del registro. Questi dati sono la data del matrimonio, il luogo del matrimonio e l’identificazione dell’ufficiale di stato civile che ha celebrato il matrimonio.

Certificato Matrimonio

Il matrimonio designa l’unione tra due persone, uomo e donna o due persone che condividono lo stesso sesso, che di solito si realizza attraverso cerimonie religiose o attraverso una serie di procedure legali, per mantenere una comunità di vita e di interessi.

Cos’è un certificato di matrimonio?

È un documento che certifica che il richiedente è sposato.

Quali informazioni si possono trovare sul certificato di matrimonio?

Le seguenti informazioni si trovano sul Certificato di Matrimonio:

  • Dati anagrafici dei coniugi
  • Data in cui è stato celebrato il matrimonio
  • Luogo in cui è stato celebrato il matrimonio
  • I dettagli dell’ufficiale di stato civile o del capo del culto che ha celebrato il matrimonio.

Questo certificato può contenere anche altre informazioni come:

  • L’eventuale divorzio
  • L’orario di celebrazione del rito
  • Il regime patrimoniale scelto dagli sposi

Per quanto tempo è valido un certificato di matrimonio?

È valido per sei mesi dal momento in cui viene emesso.

Quando le informazioni contenute nel certificato non sono cambiate durante questo periodo di tempo, gli interessati possono dichiararlo alla fine del certificato, senza bisogno di autenticare la firma e senza bisogno di fare la firma davanti a un pubblico ufficiale.

Dove posso richiedere un certificato di matrimonio?

  • Presso i Servizi Demografici del Comune dove è stato celebrato il matrimonio.
  • Presso i Servizi Demografici del Comune dove la coppia aveva la residenza al momento del matrimonio.

Dove posso richiedere un certificato di matrimonio?

  • Andando di persona all’ufficio del registro della città.
  • Tramite internet presso l’ufficio del registro.
  • Attraverso gli uffici comunali.
  • Tramite Pec o via e-mail, con inoltro all’indirizzo dell’ufficio anagrafe del comune.

Ora ci sono anche servizi a pagamento che permettono di scaricare i certificati di registrazione, compresi quelli di matrimonio.

I certificati di matrimonio possono essere rilasciati solo per uso privato e sono accompagnati da una sezione che afferma che “il presente certificato non può essere presentato a enti pubblici o a gestori privati di servizi pubblici“.

Modello Autocertificazione di matrimonio

La validità dell’autocertificazione di matrimonio è valida solo se è firmata dalla persona che dichiara. Nel caso in cui venga inviata per fax o per posta, deve essere accompagnata da una fotocopia del documento d’identità.

Chi dovrebbe accettare il modello di autocertificazione del matrimonio?

L’autocertificazione di matrimonio deve essere accettata obbligatoriamente da:

  • Tutte le amministrazioni pubbliche, come le scuole o le regioni.
  • Fornitori di servizi pubblici, come Enel o società del gas.
  • I privati, invece, hanno la possibilità di accettare l’autocertificazione, ma non sono obbligati a farlo.

Chi può presentare l’autocertificazione di matrimonio?

  • Tutti i cittadini italiani.
  • Tutti i cittadini dell’Unione Europea.
  • Cittadini extracomunitari in possesso di un regolare permesso di soggiorno e con dati verificabili dalla Pubblica Amministrazione.

Responsabilità per l’autocertificazione

Se vengono presentate dichiarazioni false, sono previste delle sanzioni. Inoltre, la persona che dichiara una falsa autocertificazione perderà i benefici che otterrà grazie ad essa.

Come compilare il modulo di cambio di matrimonio

L’autocertificazione di matrimonio che vi offriamo è molto facile da usare. Il documento è diviso in due parti: nella prima parte ci sono i dati personali del dichiarante, mentre nella seconda parte bisogna inserire che si vuole autocertificare con il documento. È necessario indicare i dati del coniuge e la data di celebrazione del matrimonio.

Infine la persona che fa la dichiarazione firma il documento. La firma non deve essere autenticata e non è necessario applicare alcuna marca da bollo.

Scopri altre Autocertificazioni: