AUTOCERTIFICAZIONE DI AGIBILITÀ

Ti forniamo un modello di Autocertificazione di Agibilità

Disponibile in formato .DOC e .PDF per far sì che tu lo possa compilare e stampare.

Cos’è il certificato di Agibilità?

Il documento di Certificato di Agibilità è il file attraverso il quale il tecnico certifica la presenza delle condizioni di sicurezza, igiene e risparmio energetico degli edifici e degli impianti installati, oltre che la conformità dell’opera al progetto presentato.

La relazione, è anche nota come Autocertificazione di Agibilità, e ha sostituito il Certificato di Agibilità dal dicembre 2016, come stabilito dal Decreto Legislativo numero 222 del 25/11/2016.

Quando deve essere presentata l’autocertificazione di Agibilità?

L’autocertificazione di Agibilità all’uso deve essere presentata nel caso di nuove costruzioni, ricostruzioni o sopraelevazioni, totali o parziali, e in tutti i casi di opere con edifici esistenti che hanno modificato le loro condizioni, con la limitazione delle azioni soggette alla CILA.

È anche possibile presentare un’autocertificazione per singoli edifici o parti di un edificio.

C’è un periodo di 15 giorni per presentare il documento dalla data di completamento dei lavori. Nel caso in cui l’autocertificazione non venga presentata entro i termini indicati, è prevista una multa di 154 euro.

Chi può presentare l’autocertificazione di Agibilità?

Può essere presentato dal titolare della licenza edilizia e anche dalla persona che ha presentato la relazione certificata di inizio attività.

Responsabilità per l’autocertificazione

Dobbiamo ricordare che secondo l’articolo 76 del D.P.R 445/2000, il dichiarante è responsabile della sua dichiarazione. Se la Pubblica Amministrazione verifica che la dichiarazione è falsa, il dichiarante può ricevere una sanzione.

Come compilare il modulo dell’autocertificazione di Agibilità

Il modulo di autocertificazione che ti offriamo in questa pagina in formato .DOC e .PDF, è facile da compilare, e puoi scaricarlo facilmente.

La prima parte dell’autocertificazione riguarda i dati personali del proprietario dell’immobile, come nome e cognome, codice fiscale, data di nascita e indirizzo di residenza.

Poi dobbiamo aggiungere tutte le informazioni relative al file dell’edificio e le informazioni relative al direttore dei lavori.

Nella prossima sezione dobbiamo riempire le caselle in cui è specificato che l’immobile è conforme alle norme e, quindi, è adatto all’uso. Infine il documento termina con la firma del proprietario e del direttore dei lavori.

Se inviato per posta, il dichiarante deve essere allegata una fotocopia di un documento d’identità valido.

Scopri altre Autocertificazioni: