Il contratto di Arras

IL CONTRATTO DI DEPOSITO

In questo post spiegheremo il contratto di caparra e cosa è la caparra o deposito negli scambi tra privati ​​e aziende.

1. COSA SONO GLI ARRAS?

Il contratto di caparra è un accordo privato tra due parti, acquirente e venditore, con il quale entrambe le parti si impegnano a effettuare una futura vendita. La cauzione consiste in una consegna di denaro da parte dell’acquirente al venditore con l’obiettivo di dimostrare la propria volontà di rendere effettiva la vendita in un momento futuro che verrà specificato nel contratto stesso.

Il prezzo finale dell’immobile in vendita è fissato nel contratto di deposito stesso, così come la somma versata in deposito. È importante specificare di quale tipologia di deposito si tratta al fine di evitare futuri disaccordi circa la loro interpretazione, poiché da esso dipendono le diverse conseguenze che il mancato rispetto di detto contratto da parte di una delle due parti può avere.

2. TIPI DI ARRAS E LORO CONSEGUENZE

Si possono distinguere tre tipi di depositi, con conseguenze totalmente diverse: confermativo, penitenziale e penale.

  • ARRAS CONFERMATORIA

I depositi confermativi sono quelli che consistono in un pagamento anticipato del prezzo finale di acquisto del bene. Questi hanno lo scopo di rafforzare l’esistenza del contratto, di costituire un segno o una prova della sua conclusione, o di rappresentare un principio di esecuzione. Il suo scopo è quello di rafforzare l’impegno a portare a termine il contratto.

Per saperne di più  Quali spese sono incluse nel risarcimento per un incidente stradale?

Conseguenze: le conseguenze dell’inadempimento di uno qualsiasi dei contraenti sono quelle dell’inadempimento contrattuale (art. 1224 Codice Civile), cioè dell’adempimento del contratto o della risoluzione dell’obbligazione, con risarcimento dei danni cagionati.

  • ARRAS PENITENZIALE O LICENZIANTE

I depositi penitenziali sono l’altro tipo di deposito più comune. Questo tipo di contratto consiste, come i depositi confermativi, in un anticipo dell’importo totale del contratto di compravendita. Essa ha però la caratteristica unica di consentire alle parti di recedere dalla conclusione del contratto.

Il recesso dal contratto comporta conseguenze diverse a seconda di quale delle parti si sia avvalsa del diritto di recesso. Se la parte che recede è la parte acquirente, la conseguenza è che quest’ultima perde l’importo consegnato a titolo di caparra. Se invece è la parte venditrice ad esercitare il recesso, dovrà pagare a titolo di penale il doppio dell’importo consegnato dall’acquirente.

Ad esempio, se l’acquirente ha versato la somma di 10.000 € a titolo di caparra. Qualora sia l’acquirente a recedere, avrà perso tale importo. Qualora sia il venditore a recedere, dovrà pagare l’importo di € 20.000 (il doppio dell’importo consegnato). Per sapere se siamo di fronte a depositi penitenziali, la giurisprudenza ha inteso questi depositi in modo restrittivo, cioè per capire che i depositi sono di tipo penitenziale occorre che sia espressamente espresso nel contratto, non solo la menzione dell’articolo 1454 cc, altrimenti, qualora così non sia avvenuto, si dovrà seguire nella sua espressione la volontà delle parti, riconoscendo alle parti il ​​diritto di recedere.

  • ARRAS PENALE

Questo tipo di deposito è il meno comune. Come il deposito confermativo, ea differenza del deposito penitenziale, non attribuisce il diritto di recesso ad alcuna delle parti.

Per saperne di più  Come viene calcolato il risarcimento per un incidente stradale?

Il suo scopo è quello di costituire una garanzia di conformità al contratto mediante l’imposizione di una “clausola penale” secondo la quale il venditore dovrà restituire il doppio dell’importo consegnato dall’acquirente o l’acquirente vedrà perdere l’importo consegnato, a meno che non sia previsto altro importo nella clausola il contratto sottoscritto dalle parti.

3. DEPOSITO MODELLO O CONTRATTO DI DEPOSITO

È possibile che tu sia in procinto di acquistare e vendere una casa o di acquistare la tua auto e che tu stia firmando il contratto di deposito. Ma sai cos’è un contratto di deposito? Ci auguriamo che i punti precedenti ti siano già diventati chiari, dopo la spiegazione delle diverse  tipologie di contratti di deposito esistenti e di come funzionano. Ora stai sicuramente cercando un modello di contratto di deposito. Bene, in questo post non ti proporremo direttamente un contratto di deposito modello perché, come vedrai, ogni contratto di deposito o deposito ha le sue particolarità ed è meglio stipulare un contratto con un avvocato specializzato in contratti, ma noi ti daremo alcuni suggerimenti nella prossima sezione.

4. COME EFFETTUARE UN CONTRATTO DI DEPOSITO?

Per poter eseguire correttamente un contratto di deposito, esso deve contenere le seguenti informazioni:

  • Dati delle parti: acquirente e venditore.
  • Descrizione dell’immobile oggetto della vendita.
  • Importo di denaro consegnato.
  • Prezzo finale della vendita.
  • Tempi e modi per saldare l’importo residuo della vendita.
  • Accordo per elevare il contratto ad atto pubblico (necessario nel settore immobiliare).
  • Firma delle parti.

Ribadiamo che, al fine di evitare successive contestazioni tra le parti in caso di inadempimento, specificare di quale contratto di deposito si tratta. È quindi che il contratto di deposito costituisce una tipologia di contratto privatistico molto utile per conferire al futuro contratto di vendita operato tra le parti un maggiore impegno al suo adempimento.

Per saperne di più  Quali sono le cause oggettive del licenziamento

Deja un comentario